COME CHIUDERE CASA PER ANDARE IN VACANZA SERENI.

Siamo in agosto, ed è giunto il momento di partire per le vacanze. Ecco qualche idea per chiudere casa e prevenire inconvenienti che potrebbero obbligarvi a interrompere le ferie con forzato anticipo.

Chiudere casa: qualche consiglio per evitare visite indiscrete…
Con le grandi città che si svuotano sempre prima e per più giorni, grazie anche al numero sempre maggiore di lavoratori a distanza, gli appartamenti diventano terreno fertile per i topi d’appartamento. Se non avete un sistema d’allarme, o le grate alle finestre se abitate al primo piano, sarà ancora più importante chiudere per bene le tapparelle e magari fissarle con dei ganci interni, che ne inibiscono l’apertura dall’esterno. Se ne avete la possibilità, incaricate un vicino di visitare saltuariamente l’appartamento dandogli una vostra copia delle chiavi per eventuali emergenze. E per far intuire una presenza umana che in realtà non c’è, fatevi ritirare anche la posta: una casella stracolma di bollette e volantini, potrebbe essere un campanello d’allarme per eventuali malintenzionati.

Chiudere casa: qualche consiglio per una cucina perfetta.
Cominciamo dalla cucina, il cuore della casa. Per prima cosa, tenete d’occhio la dispensa e distribuite i pasti in modo da far fuori avanzi e prodotti freschi, ed evitate di acquistare prodotti che potrebbero scadere nel vostro periodo di ferie. Assicuratevi di avere in dispensa prodotti a lunga conservazione, così da non dover fare la spesa al vostro ritorno e avere comunque qualcosa da mangiare. Una nota dolente è costituita anche dal frigorifero e dal freezer: se decidete di staccare la corrente è essenziale svuotarli, sbrinarli e lasciarli aperti, così da evitare la formazione di cattivi odori e muffe. Se invece non staccherete l’elettricità svuotate il freezer dai prodotti freschi e utilizzatelo per conservare le confezioni di cereali, farina e pasta lasciate aperte, per evitare il proliferarsi delle farfalle della farina, che la infestano con le alte temperature estive. Per evitare lunghe file di formiche in cucina non lasciate in vista zucchero e miele e ripulite la cucina da eventuali briciole. Nel caso non fosse stato utile al rientro potete cacciarle spargendo fondi di caffè e chiodi di garofano, senza ricorrere a pesticidi inquinanti. Naturalmente lasciate vuota la lavastoviglie, buttate la spazzatura e chiudete il rubinetto dell’acqua e del gas per scongiurare eventuali perdite durante la vostra assenza.

Chiudere casa: tutto a posto anche in bagno, soggiorno e camere.
Anche in bagno sarebbe meglio chiudere il rubinetto centrale dell’acqua, ma solo se non avete un impianto di irrigazione collegato, svuotare il cesto della biancheria e stendere i panni ancora bagnati per evitare eventuali muffe. Chiudete lo scaldabagno e staccate eventuali apparecchi elettrici per evitare uno spreco di energia. In soggiorno staccate le spine ddi tutti gli apparecchi elettrici, ma non l’interruttore generale di corrente se avete un impianto di allarme, per risparmiare corrente elettrica ed evitare cali di tensione durante forti temporali estivi. Se riuscite, coprite tavoli, sedie, poltrone e divani e altri arredi con teli antis porco in modo da evitare che prendano polvere. Stessa cosa in camera da letto, togliete le lenzuola o copritele con un copriletto e se non avete avuto il tempo di lavare piumoni e coperte, portateli in tintoria o programmate di farlo.

Chiudere casa: qualche piccolo accorgimento prima di chiudersi la porta alle spalle.
Prima di tutto spegnete tutte le luci, chiudete tutte le finestre abbassando le tapparelle e fate mente locale per non dimenticare qualche effetto personale che intendete portare con voi. Ricordatevi di depositare in banca eventuali preziosi che tenete in casa e di pagare tutte le bollette in scadenza, in modo da non ritrovarvi al rientro con luce, acqua e gas sospesi dagli enti erogatori. Infine, ricordatevi di controllare di aver spento il gas e salutate la casa ringraziandola per i bei giorni trascorsi insieme…

Menu