COME REALIZZARE UNA CAMERETTA IN STILE MONTESSORI.

Il metodo Montessori, studiato e fondato dall’omonima pedagogista Maria Montessori, è tra i più richiesti per educare i bambini. Ecco alcuni consigli su come arredare la cameretta con questo stile.

Cameretta in stile Montessori: parola d’ordine, accessibilità…
Il metodo Montessori mette al centro la spontaneità del bambino nel diventare indipendente e nell’apprendimento. Fin dai 3 anni, la cameretta è uno degli spazi in cui il bambino inizia ad apprendere e a sviluppare le sue capacità, è importante creare un ambiente sicuro e stimolante.
Per questo, secondo il metodo Montessori, la cameretta del bambino deve essere arredata alla sua portata, risultandogli tutto accessibile in modo che possa muoversi autonomamente.

Cameretta in stile Montessori: praticità… alla grande!
L’indipendenza del bambino è la cosa più importante, una cameretta arredata in stile Montessori deve avere tutto a portata di mano: una mini panca, delle sedioline, un piccolo tavolo con tutto il necessario per disegnare, una cassettiera con dei cassetti accessibili dove riporre i giocattoli, un piccolo lettino in cui dormire la notte con una piccola copertina che si piega facilmente.

Cameretta in stile Montessori: spazio all’ordine.
Non basta aver arredato la cameretta in stile Montessori, per raggiungere gli obiettivi di questo metodo educativo. E’ fondamentale intervenire fin da subito su alcuni comportamenti del bambino. L’ordine, ad esempio, è un comportamento che dobbiamo insegnargli perché spontaneamente lascerebbe tutto in disordine.
A questo scopo, potete utilizzare la cesta Montessoriana: un arredo fondamentale, conosciuto anche come “La cesta dei tesori”, per stimolare la loro curiosità e per insegnargli a rimettere tutti i giochi a posto e ordinati.

Cameretta in stile Montessori: il lettino perfetto per sogni davvero d’oro.
Il lettino è il fulcro della stanza in stile Montessori, deve essere basso e senza sbarre in modo che il bambino possa salire e scendere autonomamente.  Potreste usare un piccolo futon giapponese oppure un materasso senza telaio da proporre dai due anni in su. Non deve superare i 20/25 cm dal pavimento.
Se avete paura che il bambino possa rotolare fuori, potrete mettere sul pavimento sottostante un tappetino morbido, che attutirà eventuali scivolamenti.
Potrete trovare la soluzione ideale dando un’occhiata tra i materassi Flou, dove potrete scegliere tra una vasta gamma di tipologie, materiali e dimensioni. Se invece non vi piace questa idea, potrete comprare un qualsiasi lettino e rimuovere le sbarre dal lato di salita e discesa, e accorciare le gambe, per permettere al bambino di salirci facilmente.