Una casa su misura: lo stile minimal zen.

Ricreare ambienti rilassanti in cui è piacevole condividere gli spazi con tutti è lo scopo di qualsiasi interior designer. Ma chi cerca uno stile che stimoli anche l’introspezione e la ricerca dell’armonia interiore (fondamentale in questi giorni), deve conoscerà certamente il minimal zen.

Minimal Zen: il design della semplicità
Linee semplici e armoniose, pochi mobili e suppellettili per uno stile di vita essenziale: alla base di questo stile d’arredamento c’è la saggezza dello Zen, una filosofia millenaria che ha origine nelle scuole buddiste. Una visione della vita orientata al benessere e all’armonia, che in una casa dall’animo zen si riflettono anche nella scelta dei materiali (principalmente legno, pietre, metallo), dei colori (palette tenui, legate ai colori naturali), del posizionamento dei mobili nello spazio.

Minimal Zen: l’imprescindibile Feng Shui
L’arte del Feng Shui – alla quale dedicheremo un prossimo articolo del blog – ha lo scopo di armonizzare le nostre energie, arredando i nostri spazi in modo da riequilibrare i diversi elementi. Qualche consiglio? Prima di tutto mantenere sempre l’ordine, e la presenza di pochi oggetti essenziali per la casa. Poi, occorre avere un occhio di riguardo per il posizionamento delle sedute (sedie e divani), che devono permettere a chi le usa di avere una visione panoramica della casa. E in camera da letto meglio evitare la presenza di specchi e tv per favorire un sonno ristoratore.

Minimal Zen: l’importanza degli spazi.
Entrare in una casa arredata con questo stile dovrebbe subito infondere una sensazione di libertà. Il soggiorno, ad esempio, andrebbe arredato con pochi elementi dal design lineare (come il modello TAO che vedete nella foto), prediligendo mobili in legno con angoli smussati, tappeti in fibre naturali, luci artificiali delicate e illuminazione naturale non diretta, suddivisione degli spazi con tende, separè o piante. E per dividere gli spazi del resto della casa, per garantire maggiore intimità, niente di meglio che scegliere ante a scorrimento, che lasciano trasparire la luce con delicatezza e creano immediatamente un’atmosfera orientale.

Minimal Zen: l’importanza della natura.
In un nostro precedente articolo, abbiamo parlato dell’importanza delle piante nel nostro arredamento. Nello stile zen, questo è fondamentale per garantire l’armonia degli spazi e un contatto diretto con la natura. Quindi, via libera alle piante d’arredo e, dove possibile, inserire fontanelle o giochi d’acqua, elemento prezioso per far fluire l’energia negativa dalla casa. La soluzione ideale? Un giardino, anche di piccole dimensioni, costruito alla maniera zen, con rocce e sabbia, per favorire i momenti meditativi.

Volete arredare la vostra casa con questo stile? Contattate i nostri consulenti che sapranno darvi tutte le dritte per cominciare.

Menu