PULIZIE DI PRIMAVERA SMART: RENDIAMOCI LA VITA FACILE.

Il momento è arrivato: è ora di cominciare a pianificare le pulizie di primavera. Ma quest’anno, facciamolo in maniera smart…

Pulizie di primavera smart: l’unione fa la forza!
Chi l’ha detto che le pulizie di primavera debbano essere appannaggio di un solo membro familiare? Approfittando del periodo casalingo che stiamo vivendo, perché non distribuire le mansioni a tutta la famiglia? In quest’attività, possiamo ad esempio coinvolgere i bambini, che incaricheremo di fare una cernita dei giochi che non utilizzano più, dei libri che possiamo regalare e del materiale scolastico da rimpiazzare. I piccoli di casa possono anche aiutare il papà con i lavori sul balcone o in giardino: in questo periodo dell’anno ci sono sempre tante erbacce da togliere e il terreno da preparare per piantare nuove piante e bulbi. La mamma di casa sarà così più libera di dedicarsi al proprio armadio, cominciando a fare una cernita dei vestiti che non arriveranno all’anno prossimo, o allo sgombero dello sgabuzzino oramai diventato infrequentabile!

Pulizie di primavera smart: il metodo è tutto!
Come insegna Marie Kondo (per chi non la conoscesse, la “regina” del riordino che ha inventato il metodo konmari ) c’è un metodo per tutto, anche per fare le pulizie! Innanzi tutto, meglio distribuire i lavori in più giornate, magari dedicando mezza giornata a una stanza piccola e qualche ora in più a lavori più complessi.
Un sistema che permette di non scoraggiarsi dopo troppe ore di pulizie forsennate e affrontare con lo spirito giusto i lavori rimandati da tempo, che facciamo ogni tre/sei mesi. Tra questi c’è sicuramente il lavaggio di tutti i vetri di casa, delle tapparelle, delle fughe dei bagni e la pulizia di porte e maniglie. Da ultimo, non trascuriamo (se lo abbiamo) il box e l’auto di famiglia, alla quale quest’anno sarà bene dedicare un trattamento igienizzante dei filtri dell’aerazione.

Pulizie di primavera smart: il pulito tra le righe.
Lo sapevate? Pulire è anche una forma di meditazione: ce lo spiega Keisuke Matsumoto nel libro “Manuale di pulizie di un monaco buddhista. Spazziamo via la polvere e le nubi dell’anima” in cui sostiene che pulire tutti i giorni serve a ripulire lo spirito qualsiasi ombra. In futuro vorresti avere una casa meravigliosamente pulita con uno sforzo minimo di soli dieci minuti al giorno? Allora devi seguire il metodo di Becky Rapinchuk, la Clean Mama conosciuta in tutto il mondo grazie al suo famosissimo blog dedicato al mondo delle pulizie. Nel suo libro “Il metodo rivoluzionario per pulire la tua casa in soli 10 minuti al giorno”, Becky ci insegna a sviluppare delle sane abitudini quotidiane per prendersi cura della casa risparmiando tempo prezioso. Volete provarci? Si parte con uno sprint iniziale di 7 giorni e ci si dà poi un obiettivo di 28 giorni, durante i quali le pulizie si trasformeranno come per magia da incombenza faticosa ad abitudine con poco sforzo. Pronti a sperimentare anche questo metodo?

 

 

 

 

 

 

 

 

Menu