UN CASA SU MISURA: ARREDARE IN STILE ECLETTICO.

Se ami i contrasti e mixare stili differenti, lo stile eclettico è decisamente quello che fa per te!

Nato intorno alla metà del 1800, lo stile eclettico è arrivato ai giorni nostri grazie alla sua capacità di sapersi rinnovare nel tempo. Ma non travisiamo, non è una soluzione di “comodo” con la quale accostare ( e riciclare l’utilizzo) di mobili di diversa provenienza, bensì una soluzione d’arredo che fa del gusto e della capacità di accostare tendenze e stili differenti, un vero caposaldo.

ARREDARE IN STILE ECLETTICO: IL MONDO IN UNA STANZA
Se volete cimentarvi in questa avventurosa idea d’arredo, consigliamo di partire da una stanza. Magari il soggiorno – se lo avete particolarmente ampio – o lo studio, che può trasformarsi con lo stile eclettico in una piccola funzionale Wunderkammer.
Se ad esempio amate l’arte potete trasformare il vostro studio in un mini atelier, alternando le stampe dei vostri autori preferiti a mobilio moderno in plexiglass e vetro. O se amate i viaggi, potete ricreare nella sala di casa un ambiente esotico, mixando tra loro arredi dallo stile coloniale a tappeti geometrici attuali, e arricchendo l’ambiente con piante esotiche ed elementi d’arredo riconducibili a mondi lontani.

ARREDARE IN STILE ECLETTICO: IL MIX & MATCH DIVENTA UN’ARTE
Questa tendenza d’arredo si basa su una massima personalizzazione e sull’idea di far convivere nello stesso spazio arredi antichi e moderni, in un tutt’uno armonico e coerente. L’ideale sarebbe mixare epoche e stili differenti con una sorta di magia visiva.
In sala da pranzo, ad esempio, l’antica madia in legno della nonna, restaurata e ridipinta, può tranquillamente convivere con un tavolo anni ‘70, delle sedie scompagnate e, perché no, con un giradischi vintage che fa bella mostra su un tavolino basso in vetro, di fianco a una sgargiante poltrona di design. L’importante è che questo accostamento salti all’occhio per originalità e spontaneità, e non per il tanto temuto effetto “rigattiere”.

ARREDARE IN STILE ECLETTICO: I DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA
La poltrona art decò appoggiata alla tappezzeria in stile jungle, la vecchia seduta vintage tappezzata in chiave moderna, gli infissi delle pareti che “incorniciano” visivamente la stanza, la parete in cui campeggiano quadri di ogni forma e dimensione, il tappeto ampio e coloratissimo che dà subito carattere alla stanza… nello stile eclettico sono i particolari studiati ad arte a fare la differenza. Per questo, se volete sbizzarrirvi con questo stile, consigliamo di mantenere pavimenti e pareti in tonalità neutre per utilizzare gli arredi come se fossero i colori della vostra personale tavolozza d’autore. Il risultato? Una casa dallo stile personalissimo e dall’inevitabile effetto wow!

Menu