UNA CASA SU MISURA: ARREDARE IN STILE VINTAGE POP.

Gli arredi “normali” vi annoiano un pò? Allora è proprio il caso che adottiate lo stile vintage-pop! Ecco qualche idea per iniziare…

Arredare in stile vintage pop: è ora di seguire… la corrente!
La pop art è una tendenza artistica contemporanea nata negli anni Cinquanta che ha avuto come principali esponenti gli artisti Roy Lichtenstein e Andy Warhol. Negli ultimi tempi questa corrente artistica si sta facendo strada anche nell’interior design. Sempre più persone infatti scelgono di arredare la propria casa in stile vintage pop. In Italia ci sono stati dei veri e propri precursori, come l’artista Renzo Arbore che ha trasformato la sua abitazione in un regno per amanti del collezionismo vintage .
Siete affascinati da questo stile e volete sfruttarlo per arredare casa vostra? Ricordatevi che dovete conoscerne le caratteristiche fondamentali per fare in modo che siano rispettate dall’interior design che andrete a scegliere. E che il vostro arredamento sarà caratterizzato da colori sgargianti e dinamici, tra cui il viola, il verde smeraldo, il giallo acceso e il rosso fuoco.

Arredare in stile vintage pop: un tocco di creatività ad ogni parete.
Una casa arredata in stile vintage pop deve presentarsi come lo specchio delle icone del cinema, dei fumetti e della pubblicità degli anni Cinquanta e Sessanta. Quindi non vi resta che visitare qualche mercatino vintage alla ricerca di complementi d’arredo e decorativi caratteristici della pop art. Un esempio? Nella zona living o nella zona notte di una casa arredata con questo stile non può mancare la celeberrima serie di ritratti realizzata da Andy Warhol con l’effigie di Marilyn Monroe, o i fumetti di Roy Lichtenstein. Ma quello che conta di più sono i contrasti cromatici con cui esprimere trasgressione ed esagerazione. Quindi, se ad esempio arredate una zona living con questo stile, potete giocare sul contrasto tra pareti arancioni, pavimenti rossi, un grande tappeto viola, un divano rosso a forma di labbra e poltrone blu, per esempio. O ravvivare le pareti con carte da parati o stickers, riquadri, pennellate forti e schizzi di colore.

Arredare in stile vintage pop: arredi futuristici e forme morbide.
Lo stile pop vintage non si contraddistingue solo per i contrasti cromatici tra pareti, pavimenti e mobili e per le stampe serigrafiche, ma anche per il design di poltrone, divani e sedie. Le sedute d’arredo di questo stile colpiscono per la loro fantasia e il loro futurismo, grazie a cui alcuni modelli di divani e poltrone diventate vere e proprie icone storiche di design e arredamento. In soggiorno ad esempio farebbe la sua bella figura una sedia da parrucchiere, perfetto esempio di chaise longue da posizionare nell’area relax della zona living per isolarla dal resto della stanza. Inoltre un pouf può fare benissimo da poggiapiedi e, per smorzare il rigore e rendere la casa più accogliente, si possono usare rassicuranti sedute dalle forme arrotondate.

Arredare in stile vintage pop: via libera alle decorazioni!
Nello stile vintage pop vi sono diversi oggetti che possono diventare decorazioni. Ovviamente non parliamo solo della già citata carta da parati, con fantasiose immagini dell’epoca. Parliamo di elementi decorativi come le scritte al neon, sedie e poltrone dalle linee anni ‘60, tavolini e consolle in plastica. E tutto quello che fa “vintage” e può collocarsi in ogni stanza di casa. Dalla classica affettatrice rossa, alla lampada-icona di design svedese anni ’70 per lo studio. L’importante, soprattutto per le abitazioni piccole, è non esagerare. Meglio pochi pezzi di carattere che un’accozzaglia da… mercatino dell’antiquariato.

Menu