UNA CASA SU MISURA: LO STILE COUNTRY CHIC.

Amate le atmosfere rustiche di campagna? Lo stile Country chic è quello che fa per voi!


Lo stile Country chic: non chiamatelo…shabby!
Shabby e country chic sono termini usati spesso come sinonimi e identificano entrambi uno stile d’arredo d’altri tempi, che richiama la vita contadina. In realtà sono molto diversi tra loro. Lo shabby, termine creato negli anni Ottanta da un interior design inglese, è ispirato dallo stile vittoriano delle case di campagna inglesi e il suo nome significa usurato. Il country si ispira alle fattorie degli USA nord orientali, che sono attente all’essenzialità e alla praticità. È caratterizzato da un aspetto informale e accogliente, materiali grezzi, colori chiari e decorazioni contenute. A differenza dello shabby, il country gioca su contrasti chiaro-scuri, predilige colori naturali che possono variare da toni caldi e terrosi a tonalità più scure dei grigi e dei marroni. Le pareti possono avere maioliche artigianali o mattoni e pietre a vista. Può avvicinarsi allo shabby chic per la sua versatilità.

Lo stile Country chic: ricreare un ambiente rurale, anche senza campagna…
Come indica il suo nome, lo stile country chic ha il suo punto forte in un’architettura semplice e
rustica. Travi a vista, pareti in pietra o mattoni, parquet a doghe la fanno da padroni. Il primo passo da fare per realizzare un’architettura country chic a casa vostra è lavorare su colori, materiali, accostamenti e ricerca dei rivestimenti. La pavimentazione ideale è un parquet in legno chiaro a doghe, ma se si vuole modernizzare un po’, si può pavimentare con un greis porcellanato dai toni raffinati. Riguardo alle pareti, una scelta di tendenza per cucina e bagno sono le piastrelle decorate a effetto cementine, che sono l’essenza di questo stile perché sono moderni e richiamano la campagna. Le attuali tendenze danno la preferenza alle tonalità più chiare perché favoriscono la luminosità
degli ambienti.

Lo stile Country chic: il bello di giocare sui contrasti
L’obiettivo dello stile country chic è creare un contrasto. Bisogna saper bilanciare i mobili rustici con quelli più raffinati, dare alla stanza quel tocco di eleganza e modernità. Scegliete mobili moderni, dalle linee semplici e non lasciate che il legno, materiale principe di questo stile, predomini. Pensate quindi anche ai metalli dello stile industriale, come ferro, alluminio e bronzo, per giocare sull’equilibrio. Volete un tocco rustico più forte? Sceglietelo per pezzi forti dell’arredo, come il tavolo di cucina o la credenza in salotto, per trasformarli nei punti focali della stanza. È meglio che puntare su un pezzo d’epoca, non di antiquariato badate bene che, se necessario, potete dipingere con colori neutri.

Lo stile Country chic: i tocchi rustici che non possono mancare.
E infine, cosa non meno importante, i tocchi rustici sono un’altra chiave portante dello stile
country, col tocco caldo e accogliente che aggiungono alle case. Puntate decisamente su oggetti decorativi e complementi d’arredo come lavagne, cesti di vimini, porcellane spaiate. E su altri elementi da riutilizzare in maniera creativa come vecchie finestre da tramutare in divisori, cassette da frutta da usare come mensole, vecchi bauli da usare come tavolini, scale a pioli da trasformare in porta-asciugamani per il bagno. Infine, non trascurate i tessuti, per dare alla casa più colore e morbidezza: dai tappeti, ai cuscini, ai plaid, ai copripiumini, alle tende. Tutto concorrerà a rendere più calda la vostra casa, in vista dell’imminente inverno.

Menu