ACQUARI D’ARREDO: FRESCHE IDEE PER TUTTI.

Lo sapevate che anche gli acquari fanno parte dell’arredo con il loro design e la loro sistemazione? Scopriamo insieme come.


Acquari d’arredo: prima di cominciare.
Prima di cominciare, dovrete scegliere quale tipo di acquario vorreste avere in casa.
Di acqua dolce o di acqua salata? Con quali pesci?
Queste decisioni sono la base per poi scegliere il tipo di acquario, le dimensioni e dove posizionarlo.
L’acquario più classico è quello di acqua dolce, solitamente con dei pesci rossi.
Non è detto che pesci rossi significhi per forza banale o monotono, ne esistono di diverse razze con diversi colori e forme, che riescono a convivere tra di loro nello stesso habitat.
I pesci rossi sono animali territoriali, attenzione ai pesci che non sono compatibili.
C’è una varietà di pesce molto bella che si chiama Betta, ma va tenuto da solo perchè molto vorace e territoriale.
La temperatura dell’acqua è altrettanto importante, quindi quando deciderete di acquistare un acquario dovrete tener conto degli accessori che riscaldano l’acqua se avete intenzione di tenere nel vostro acquario un pesce pulitore che necessita di temperature leggermente più elevate rispetto ai pesci rossi.
I pesci rossi stanno bene anche a temperature più alte, quindi potrete tenerli entrambi, attenzione a non esagerare perchè a temperature più elevate i pesci rossi possono fare le uova!
Non optate mai per un acquario semplice senza filtri, la manutenzione è molto più difficoltosa e non garantisce il benessere dei pesci.
Assolutamente sconsigliata anche la boccia, i pesci non si trovano bene in un acquario sferico, tutt’al più vengono utilizzati acquari cilindrici per meduse, murene e altri pesci marini.
Se state per avere il vostro primo acquario, vi sconsigliamo quello ad acqua salata, è molto più difficile da mantenere e i pesci sono più delicati.
Un metodo per tenere sotto controllo l’acqua e che abbia i valori giusti, sono delle striscette da immergere nell’acquario che rilevano tramite reazione chimica i valori più importanti, tra cui i nitriti che risultano nocivi se troppo elevati.

Acquari d’arredo: un tocco di bellezza acquatica.
L’acquario non è solo un modo per avere dei pesci in casa, ma è a tutti gli effetti un elemento d’arredo per la casa.
Per questo è importante mantenerlo pulito e ordinato, cercando di abbinare i colori con il resto della casa.
Potrete posizionarlo all’ingresso di casa o in salotto, con un fondale di sassolini colorati e qualche anfora ed una conchiglia dal quale esce l’aria per ossigenare l’ambiente acquatico.
Una luce led è importante per dare la giusta luce ai pesci, potrete acquistare un timer da impostare con le ore di accensione e spegnimento.
Di sera l’acquario illuminato crea una bellissima atmosfera, è rilassante passare il tempo a guardare i pesci!
Attenzione a non tenere i led accesi per troppo tempo, la troppa luce causa proliferazione di alghe e mucillagine che sporca l’acqua.

Acquari d’arredo: anche le piante stanno in acqua!
Le piante e le alghe nell’acquario non servono solo per un fattore estetico, anziché optare per quelle finte, prendete delle alghe vere!
Sono benefiche sia per l’acqua che per i pesci, per ossigenare e come cibo alternativo al mangime per pesci.
Potrete posizionarle in delle piccole anfore, o integrare i vasettini nell’acquario, perché non decorarli incollando dei sassi attorno a vasetti?
Il fai da te è sempre un bel tocco di stile!

Acquari d’arredo: ad ognuno il proprio tavolo!
Avete deciso su che tipo di tavolo appoggiare l’acquario?
Esistono in commercio i classici tavoli da acquario con ante o ripiano sottostanti, ma se avete un arredamento un po’ ricercato o di uno stile particolare, potrebbe non essere la soluzione che più si addice alla vostra casa su misura.
Potrete utilizzare qualsiasi tavolo, a patto che sostenga il peso dell’acquario, altrimenti vi ritroverete con la stanza allagata!
Se avete scelto un acquario molto piccolo con un solo pesce rosso, potrete usare il ripiano di Kayak di Cattelan Italia, una madia di design da posizionare all’ingresso.
Il tavolo Elvis Keramik potrebbe essere una soluzione elegante e spaziosa, in grado di sostenere un acquario di piccolo-medie dimensioni ed avere lo spazio per utilizzarlo anche come tavolo su cui appoggiare soprammobili e foto.
Per un acquario più grande, SOHO Keramik Premium, sempre di Cattelan Italia, potrebbe essere una soluzione su misura.
Attenzione, per non rovinare il tavolo vi consigliamo di mettere qualcosa sotto come dei feltrini.

Acquari d’arredo: stili d’arredo per pesci.
Esistono diversi stili d’arredo anche per gli acquari!
Stile pirata, arredandolo con dei mini relitti e anfore anticate, un teschio e fondo bianco o nero.
Lo stile classico è quello con fondo colorato e qualche pianta e sasso, più qualche oggetto d’arredamento classico come stelle marine e conchiglie.
Un acquario monocromatico può abbinarsi a qualsiasi stile abbiate scelto basato su un colore, un acquario bianco e rosa se avete deciso di arredare con il rosa, ad esempio.
Un acquario in stile marinaro con dei piccoli remi e dei salvagenti appesi alle pareti, con al centro una barchetta naufragata.
Insomma, date sfogo alla vostra fantasia da interior design, per arredare anche la casa dei vostri animali acquatici! 

Venite a trovarci nei nostri showroom e approfittate del nostro servizio di consulenza e progettazione, per progettare al meglio i vostri spazi, anche a prova di pesci!