UNA CASA SU MISURA DI BAMBINO.


Una casa su misura di bambino: rotondo è meglio!
La prima cosa in assoluto che ci viene in mente, anche se può sembrar banale, è di arrotondare gli spigoli.
Esistono in commercio diverse soluzioni proteggi spigoli, che non per forza rovineranno il vostro arredamento.
Non basta rivestire solo quelli dei tavolini e quelli più evidenti, sembrerà esagerato ma la cosa più sicura da fare è quella di coprire letteralmente tutto, dalle cassettiere alle sedie.
Attenzione anche al basso, i bambini molto piccoli gattonando tengono la testa molto bassa e possono andare a sbattere la testa anche nei punti che sembrano impossibili!

Se avete intenzione di avere dei bambini e state ancora arredando casa o siete in procinto di fare delle modifiche, a questo punto vi consigliamo di scegliere dei mobili rotondi.
Il tavolino Atrium Ker-Wood Round di Cattelan Italia, potrebbe fare al caso vostro.
Troverete tutti i cataloghi completi sul sito Cattelan Italia, da cui prendere ispirazione.

Una casa su misura di bambino: uno spazio tutto loro.
È importante creare nella vostra casa, uno spazio dedicato al vostro bambino.
Se avete un’intera stanza a disposizione, ancora meglio!
Che sia uno spazio in salotto, o una stanza intera, prima di tutto dovrete pensare al pavimento.
Qualche idea? Potrete trovare un tappeto morbido in simil spugna, con disegnata una pista per le macchinine o una piccola città, oltre che rendere il terreno più sicuro sarà un ottimo spunto per alimentare la fantasia.

Un’altra alternativa potrebbe essere il pavimento componibile, il più classico è quello fatto a puzzle di gomma, un’altra soluzione creativa e dinamica, potrete cambiare spesso la disposizione del puzzle per rendere lo spazio colorato e far sembrare sempre tutto nuovo.

Dopo aver pensato al pavimento, è ora di pensare al resto dell’arredamento.
Ai bambini piace spesso simulare le azioni e le abitudini degli adulti, ricreare un mini mondo per loro li farà sognare ad occhi aperti ricreando nel gioco situazioni quotidiane che a noi sembrano banali ma per loro sono entusiasmanti e divertenti.
Simulare una cena, un thè o una spesa al supermercato, saranno giochi costruttivi in cui la loro fantasia sarà l’unico mezzo che avranno per giocare.
Potrete create con dei mini scaffali, facendo attenzione sempre agli spigoli, una mini corsia del supermercato dove posizionare alimenti finti, vecchie scatole di cereali o di pasta, confezioni vuote di uova, barattoli di creme ecc…in pratica, non buttate via niente! Tutto ciò che si può riutilizzare, mettetelo a loro disposizione.
Attenzione all’ordine in cui metterete gli oggetti, dovrà esserci un criterio ben preciso, proprio come al supermercato!
È importante che la simulazione sia più realistica possibile, dare al bambino la responsabilità di rimettere tutto a posto in ordine e come ha trovato le cose, aiuterà molto sia nella sua educazione che nello sviluppo della memoria.

Un’altra simulazione, più classica e utilizzata, è la mini cucina.
Se avete a disposizione abbastanza spazio, potrete abbinare il mini supermercato alla cucina, creando due diverse ambientazioni in cui il bambino farà finta di cucinare gli alimenti che ha appena comprato.
Questo aiuterà lo sviluppo della consapevolezza dell’utilità degli oggetti che non sono fine a loro stessi ma hanno uno scopo.
Ci sono in commercio diversi tipi di minicucine, non è necessario che siano per forza grandissime, scegliete quella che vi piace di più e che occupi lo spazio giusto.
Vogliamo parlare di pulizie?
Esistono discordanti sul discorso mini aspirapolvere, scopina e finti prodotti per la pulizia, ma sono invece molto utili per vari motivi.
Innanzitutto contribuiscono molto all’educazione del bambino, una mini scopa per raccogliere pezzettini di carta o scarti che cadono a terra, una mini aspirapolvere e un mini spruzzino con dell’acqua per pulire il tavolino, lo renderanno più responsabile e consapevole del fatto che ciò che si mette in disordine si mette anche in ordine!
Noi vediamo la pulizia come un obbligo e una cosa noiosa, invece per i bambini è un gioco molto divertente!
La chiave giusta è, appunto, quella di introdurre questi oggetti come dei giochi e non come una punizione per aver sporcato.
Un consiglio? Finito di giocare, potreste proporre al bambino un ultimo gioco prima di andare a fare il bagnetto o prima di andare a dormire, e sarà proprio quello di sistemare, mettere a posto e pulire il loro spazio.

Un tavolino in plastica rotondo e delle sedioline non possono mancare, serviranno per tutti i lavori manuali come disegnare, ritagliare, giocare con la pasta di sale, con le tempere e tutto ciò che vi viene in mente.
Non sottovalutate l’importanza di un tavolino su misura per loro, la postura è importante in fase di crescita.
Il bambino non dovrà stare troppo chinato lavorando a terra, ed è importante che poggi i piedi a terra e che non siano a penzoloni sul tavolo per gli adulti.

Una casa su misura di bambino: cameretta educativa.
La cameretta è un altro elemento importante che potrebbe contribuire all’educazione dei vostri bambini.
Vi abbiamo già parlato di questo tema nel nostro articolo “come realizzare una cameretta in stile montessori”, in cui descriviamo l’arredamento che segue delle regole specifiche per rendere la cameretta letteralmente su misura del vostro bambino, in modo che sia autonomo in tutto.
Il metodo Montessori è incentrato proprio sull’indipendenza dei bambini, che fin da piccoli saranno indirizzati verso il saper svolgere le attività principali come sistemare i giochi, vestirsi e andare in bagno di notte, senza bisogno del supporto dei genitori.
Ci sono diversi metodi per arredare una cameretta, quando vostro figlio sarà abbastanza grande potrà contribuire alla scelta del tema e dei colori.
I colori più utilizzati solitamente per le camerette, sono i colori pastello come il rosa, l’azzurrino, il giallo e il verde.
In alcuni casi può essere utilizzato il blu acceso o il rosso, ma senza esagerare.
La percezione dei colori è importante, troppi colori e troppo forti potrebbero confondere.
Un’idea carina potrebbe essere quella di decorare le pareti con disegni di animali, macchinine o personaggi dei cartoni animati.

Una casa su misura di bambino: consigli di lettura.
Cosa ne dite di un bel libro per prendere ancora più informazioni su come arredare al meglio una casa accogliente su misura di bambino?
A tal proposito vi proponiamo “Qui abita un bambino”, di Annalisa Perino, una pedagogista che ha deciso di parlare del metodo Montessori utilizzato in casa.
Esplora tutti gli ambienti della casa, non solo gli spazi dedicati esclusivamente al bambino, in modo da riuscire ad integrarlo con gli adulti e adattarlo agli ambienti.
Vi proponiamo un link d’acquisto: Qui abita un bambino.
Potrete, come sempre, cercare ispirazione sul nostro sito visualizzando i nostri prodotti, oppure venendoci a trovare in uno dei nostri showroom, nel quale il nostro staff preparato sarà disponibile a soddisfare ogni vostra richiesta.