RUBINETTO PERFETTO: COME SCEGLIERLO.

Potrà sembrare una scelta facile, ma trovare il rubinetto perfetto non è così scontato. Scopriamo insieme cosa valutare e come fare la scelta giusta.


Rubinetto perfetto: spazi ed usi.
Prima di pensare a quale tipo di rubinetto scegliere, bisogna capire quale sarà il suo utilizzo e lo spazio che avete a disposizione.
C’è molta differenza, ad esempio, tra i rubinetti del bagno e quelli della cucina, ed ancora più differenti sono quelli da esterno.
Per il bagno vengono solitamente utilizzati dei rubinetti più “statici”, mentre in cucina risultano più comodi i rubinetti a doccino e con getto regolabile, anche se non sempre c’è il giusto spazio a disposizione.
Nei prossimi paragrafi parleremo nel dettaglio dei rubinetti più funzionali ed utilizzati.

Rubinetto perfetto: cucina e funzionalità.
La stanza per la quale è più difficile scegliere il rubinetto perfetto, è la cucina.
L’ideale sarebbe prenderne uno alto, con doccino regolabile.
In commercio ci sono diversi modelli, da quelli con il tubo ad arco in gomma o in metallo flessibile, che danno la possibilità di spostare il doccino per il lavandino in modo da poter sciacquare meglio le stoviglie, altri in acciaio con il doccino che viene tirato e si estende in avanti.
Come detto in precedenza, tutto dipende dallo spazio che avete a disposizione.
In cucina è sempre più comodo avere il lavandino doppio, in modo da avere più spazio per lavare i piatti, scolare la pasta ecc.
Anche in altezza bisogna valutare gli spazi, uno di quei lavandini molto alti con il tubo di gomma, non potrà essere installato in una cucina che ha mensole o porta oggetti troppo in basso.
Se avete a disposizione uno spazio ridotto e con un solo lavandino, potrete optare per un rubinetto classico e comprare un rompigetto regolabile.

Rubinetto perfetto: bagno e giardino.
Per il bagno le scelte si restringono.
Solitamente viene utilizzato il rubinetto classico, ma ci sono anche tipi particolari di rubinetto che vengono utilizzati soprattutto per la vasca da bagno.
Ad esempio, i rubinetti piatti dal quale esce un getto stile cascata, oppure quelli fatti a semicono con l’acqua che prima scorre su una parte di rubinetto, e poi cade nella vasca.
Lo stile del rubinetto sta a voi sceglierlo in base allo stile d’arredo della stanza.
Per uno stile vintage, potrete optare per un rubinetto vecchio stile color ottone o color oro, con le manopole per regolare l’acqua.
Per un bagno in stile etnico, potrete utilizzare un rubinetto sempre di color oro, ma in stile moderno.
Un altro consiglio? Nello stile tribale la scelta giusta cade su un rubinetto nero, abbinato ad un lavandino in roccia o pietra.
Se avete a disposizione un lavandino anche in giardino o all’esterno, solitamente è molto ampio e a bordi alti, quindi sarebbe meglio scegliere un rubinetto che abbia ampia possibilità di movimento e con un getto abbastanza potente.
In questo caso il doccino è quasi d’obbligo, il lavandino da esterno viene utilizzato solitamente per lavare oggetti molto sporchi, oggetti da giardinaggio, o per lavare i panni a mano.
Con questi consigli vedrete che anche scegliere il rubinetto perfetto sarà divertente!

Fatevi ispirare da Misura Casa, visitate il nostro sito e scoprite le nostre cucine o i nostri bagni.
Magari troverete qualcosa di interessante nel nostro outlet, oppure ci vediamo a settembre nei nostri showroom!

Menu